Servire lo strumento … o servirsene?

Si stima che un uomo in media dedichi 1500 ore l’anno alla sua automobile.  Considerando che si passa poco più di un’ora di tempo al giorno in un mezzo in marcia (quindi circa 365 ore all’anno), il resto del tempo è da considerarsi come la somma di tutti i minuti o le ore trascorsi perContinua a leggere “Servire lo strumento … o servirsene?”

E allora sì, propaganda!

Proseguendo sul filone aperto dal precedente articolo, continuiamo a trattare di come le masse vengano influenzate per fini politici o economici.Anche nell’articolo di oggi sarà un libro ad ispirarci, un saggio scritto quasi 100 anni fa da un personaggio spesso sconosciuto al grande pubblico.Parliamo di Edward Bernays e del suo “Propaganda. L’arte di influenzare l’opinioneContinua a leggere “E allora sì, propaganda!”

Follia senza la “i”: diluiti nella massa

Un uomo, diluito in una folla, è sempre lo stesso uomo? O avviene qualcosa di particolare che ne trasforma completamente la razionalità?In gruppo, quando immerso in una massa di gente, un uomo è in grado di compiere gesta che altrimenti, da solo, non sarebbe mai stato in grado di compiere, nel bene e nel male.Continua a leggere “Follia senza la “i”: diluiti nella massa”

Dal “dominio della lotta” al “dominio della paura”

Tutti parlano di Houellebecq, tutti comprano Houellebecq.Almeno da Serotonina (libro del 2019) in poi sono apparsi come funghi sui social scatti che raffigurano le copertine dei libri dello scrittore francese e un infinito numero di recensioni più o meno improvvisate dei suoi lavori.I giudizi sono totalmente polarizzati fra chi odia e chi ama lo stileContinua a leggere “Dal “dominio della lotta” al “dominio della paura””

Mediocri al potere!

Alain Deneault, quando nel 2015 pubblicò per la prima volta il suo libro “La Mediocrazia”, non credo pensasse di poter avere tutto il successo che ha poi ottenuto. L’accattivante quarta di copertina rende però bene l’idea del perché questo saggio di un accademico e insegnante di Filosofia Politica canadese abbia riscosso così tanto successo: “NonContinua a leggere “Mediocri al potere!”

Evitare di essere il tacchino

Cos’hanno in comune un tacchino da allevamento e un trader più o meno onesto?Entrambe le loro vite possono drasticamente cambiare a causa di un unico, singolo evento. E la cosa tragica è che questo evento è totalmente imprevedibile. Immaginate di essere il tacchino a cui accennavamo sopra.Siete un tacchino e vivete in un allevamento negliContinua a leggere “Evitare di essere il tacchino”

E tu splendi, invece!

Pier Paolo Pasolini io non lo ho mai visto vivo.Son nato molti anni dopo la misteriosa notte di sangue all’Idroscalo di Ostia.A 100 anni dalla sua nascita penso che sarebbe stato bello averlo ancora in vita.Semplicemente per avere ancora una sua intervista, un articolo tagliente, un’opinione contraria, realmente diversa. Anche solo per potergli porgere qualcheContinua a leggere “E tu splendi, invece!”

Esempi di “rumore” spacciato per informazione

Non volevo e non voglio parlare della guerra, o della guerra in Ucraina in particolare, che si combatte da 8 anni, ma che per la gran parte del mondo occidentale è scoppiata il 24 Febbraio. Non voglio parlarne perché come in ogni guerra le informazioni che giungono sono avvolte in un alone di fitta nebbiaContinua a leggere “Esempi di “rumore” spacciato per informazione”

Dove sono gli intellettuali?

C’erano una volta i “Comizi d’Amore”. C’era una volta la “Fenomenologia di Mike Buongiorno”. C’erano una volta a discutere nei salotti televisivi Moravia e Pasolini. C’era una volta in parlamento chi ha scritto i “Quaderni dal Carcere”.  C’erano una volta gli intellettuali. Ci sarebbero anche oggi, forse più timidi, si notano di meno e inContinua a leggere “Dove sono gli intellettuali?”

Il solipsista a cui mancavano gli umani

Una mattina ti svegli e non c’è più nessuno.Tutti gli esseri umani si sono volatilizzati nel nulla. Sono spariti lasciandoti totalmente solo: l’unico uomo sul pianeta.Come sarebbe vivere un’esperienza del genere? Dissipatio HG (che sta a significare “dissipatio humani generis”, frase tratta dagli scritti del Neoplatonico Giamblico) è un romanzo che è stato a lungoContinua a leggere “Il solipsista a cui mancavano gli umani”