Il solipsista a cui mancavano gli umani

“Il romanzo a lungo snobbato di un uomo da tutti rifiutato.”

Una mattina ti svegli e non c’è più nessuno.
Tutti gli esseri umani si sono volatilizzati nel nulla. Sono spariti lasciandoti totalmente solo: l’unico uomo sul pianeta.
Come sarebbe vivere un’esperienza del genere?

Dissipatio HG (che sta a significare “dissipatio humani generis”, frase tratta dagli scritti del Neoplatonico Giamblico) è un romanzo che è stato a lungo snobbato, mal digerito, probabilmente incompreso.

E Guido Morselli, il suo autore, allo stesso modo, è stato uno scrittore a lungo snobbato, mal digerito e sicuramente incompreso.

Tutti i suoi romanzi sono stati pubblicati postumi.
Si dice di un Morselli sempre più triste, solo e disperato dopo ogni rifiuto delle case editrici.
A riguardo famosa è divenuta la corrispondenza fra Morselli e Calvino, in cui quest’ultimo stroncava malamente (e con forse un pizzico di malcelata superbia) il romanzo “Il comunista”.

Morselli scrisse Dissipatio nel 1973, a poco più di 60 anni, pochi mesi prima di togliersi la vita con la pistola che chiamava “la ragazza dall’occhio nero”.

E il romanzo inizia proprio da lì, dall’idea di un suicidio.

Il protagonista di Dissipatio HG è un intellettuale tormentato, che disprezza l’umanità o che piuttosto pare averne paura. Solitario e privo di una direzione decide di togliersi la vita nella notte fra il primo e il secondo giorno di giugno, affogandosi in alta montagna.
Così ha deciso, ma, proprio quando è sul punto di compiere il disperato gesto, cambia idea. Si ferma e come nulla fosse torna a casa a dormire.

La mattina del 2 giugno si sveglia solo. Solo al mondo. L’umanità è svanita nel nulla. Ogni essere umano pare essersi volatilizzato, lasciando l’io narrante in qualità di ultimo uomo sulla Terra.

Da qui parte un monologo tutto interiore fatto di riflessioni filosofiche, escatologiche e psicologiche che portano il solo uomo sulla terra, solipsista per definizione, a sentire forse la mancanza degli esseri umani.

“La fine del mondo? Uno degli scherzi dell’antropocentrismo: descrivere la fine della specie come implicante la morte della natura vegetale e animale, la fine stessa della Terra. La caduta dei cieli. (…) Si ammette che le cose possano cominciare prima, ma non che possano finire dopo di noi. (…) Andiamo, sapienti e presuntuosi, vi davate troppa importanza. Il mondo non è mai stato così vivo, come oggi che una certa razza di bipedi ha smesso di frequentarlo. Non è mai stato così pulito, luccicante, allegro”.

guido morselli – dissipatio hg

La fine del mondo ha lasciato un’unica mente pensante.

Dissipatio è un libro quanto mai attuale, in un periodo storico come il nostro, fatto di emergenze, allerte e polarizzazione delle società.
Dove la parola comunità sembra aver perso di significato, dove c’è sempre un nemico, un “grande altro” da cui stare alla larga.
Dissipatio può infatti essere il punto di partenza per una riflessione su ciò che “gli altri” (le altre persone) rappresentano per noi, su come il nostro particolare punto di vista ce li fa per forza di cose percepire come satelliti ruotanti attorno all’orbita del nostro io.

Che forse “gli altri” non ci piacciono perché semplicemente non li capiamo. Perché non comunichiamo con loro, o non possiamo proprio comunicarci.
Per usare le parole di Morselli: perché siamo impassibili come morti a gran parte delle esperienze possibili.

“Il connotato del morto è l’impassibilità: ora l’ignoranza e la dimenticanza o facilità a dimenticare, riducono noi vivi, per la quasi totalità delle esperienze (o relazioni) possibili, a una impassibilità analoga.
Siamo morti a tutto ciò che non ci tocca o non ci interessa.
Non dico a ciò che succede sulla Luna, ma a ciò che succede a coloro che stanno di casa dirimpetto a noi.”

GUIDO MORSELLI – DISSIPATIO HG

Il consiglio è riprendere in mano questo autore rifiutato da tutti in vita, magari partendo proprio da qui, Dissipatio HG, il suo ultimo romanzo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: